Il gelato secondo noi

Chi è l’inventore del cono gelato?

L’America del primo‘900 fu la culla di grandi sogni e invenzioni. Sapevate che il famosissimo cono gelato porta la firma di un italiano?

19/09/2016

Quando arriva una grande invenzione sono in tanti a rivendicarne la paternità. Basti pensare a Meucci e Bell con il telefono. Ma vi siete mai chiesti chi c’è dietro al cono gelato? Sembra quasi scontato, ma la cialda arrotolata ha cambiato radicalmente il modo di gustare il dolce amato da tutti. Prima si consumava seduti a tavola, dopo è diventato il simbolo del cibo da passeggio. È una storia non così lontana nel tempo, che ha come teatro gli Stati Uniti dei primi anni del Novecento.

Italo Marchiony (vero nome Marchionni), un immigrato italiano residente a New York, brevettò l’idea di un cono fatto di cialda come contenitore per il gelato, in modo da poterlo mangiare camminando. Marchiony aveva un carretto per vendere gelati e sorbetti, ma servirli in bicchieri di vetro risultava ingombrante e scomodo. Il gelato in cono invece si poteva mangiare tutto, da lì il brevetto di una macchina in grado di produrne 10 per volta.

Si racconta che l’anno successivo, alla Fiera Mondiale di St. Louis, il gelataio Charles Menches avesse terminato i contenitori per servire i clienti. Il vicino di banchetto era un pasticcere siriano, Ernest Hamwi, il quale vendeva una pasta cotta in una pressa per wafer chiamata “zalabia”. Per aiutare il gelataio, Hamwi pensò di arrotolare le sue zalabie e riempirle di gelato. Il primo cono fu per un gelato, l’altro per un mazzo di fiori. Menches però ha sempre rivendicato di aver arrotolato lui il primo cono.

Probabilmente non ne verremo mai a capo del tutto, ma stando ai documenti ufficiali il cono porta firma italiana, al pari di tanti altri capolavori di pasticceria.

Come spesso succede per i migliori piatti, il lampo di genio arriva dalla mancanza di qualcosa. Verrebbe da dire, “per fortuna”!

Seguici per restare sempre aggiornato sulle novità e sui nostri nuovi prodotti

  • Facebook
  • Instagram
  • Youtube