Vita in verde

I segreti del frappè perfetto

Per una bevanda fresca e vellutata non basta mescolare e frullare: preparare un frappè impeccabile è questione di equilibrio.

19/09/2016

Si fa presto a dire frappè. Ma quanti conoscono cosa lo differenzia rispetto a centrifugati e frullati? Prima di tutto è bene avere le idee chiare: il centrifugato è un concentrato di minerali e vitamine che si ottiene con un apposito strumento, la centrifuga. Questa macchina separa il succo da polpa e buccia di frutta e verdura.

Diverso è il frullato, che si ottiene mixando la frutta fresca e l’acqua risultando così molto dissetante e leggero da digerire.

Il frappè, invece, ha una consistenza più densa e un valore nutriente maggiore. Si può preparare con frutta fresca, latte e ghiaccio, oppure direttamente con il gelato del proprio gusto preferito. Il frappè a base di gelato è tra i più golosi per quanto riguarda sia la delicata cremosità, sia per la sua inconfondibile dolcezza.


Anche chi è intollerante può apprezzare la bontà di un frappè a regola d’arte, ecco i suggerimenti per una bevanda perfetta anche per chi non digerisce il lattosio.
-       Mettere nel mixer 100 ml di latte magro senza lattosio, 2 palline di gelato Rachelli Bio Fairtrade senza lattosio al cioccolato, un paio di cubetti di ghiaccio e frullare il tutto cercando di inglobare bene l’aria;
-       In questo caso lo zucchero non serve, ma nel caso lavoriate con la frutta invece del gelato, si può mettere a seconda della dolcezza desiderata
-       Gli ingredienti devono essere ben freddi per montare al meglio
-       Le materie prime devono essere di alta qualità: frutta matura, gelato ben lavorato
-       Il latte deve essere scremato (magro).

Quando un frappè è preparato bene, denso al punto giusto, la cannuccia posta nel bicchiere rimane dritta. Adesso che sapete tutto, non vi resta che sbizzarrirvi con i gusti che preferite!

Seguici per restare sempre aggiornato sulle novità e sui nostri nuovi prodotti

  • Facebook
  • Instagram
  • Youtube